Un dirigente di Samsung parla di Galaxy Note 5, S Pen e novità per il futuro

Il primo Galaxy Note, device portato sul mercato da Samsung nel 2011 che ha, di fatto, creato il segmento dei cosiddetti “phablet”, sarebbe potuto essere molto diverso rispetto al modello effettivamente realizzato. Questo è quanto emerge da un’intervista rilasciata da Tae Moon Roh, il vice presidente del dipartimento innovazione, ricerca e sviluppo di Samsung.

Tae Moon Roh, in particolare, ha rivelato che il team di sviluppo del Galaxy Note passò molto tempo a creare un design che permettesse al device di integrare uno spazio per accogliere la S Pen. Si pensò sia ad un attacco magnetico, all’interno di una custodia dedicata, sia alla possibilità di dotare il device di un secondo pennino molto più piccolo. I primi prototipi della S Pen erano decisamente grandi, quasi come una tradizionale penna a sfera. Samsung, infine, riuscì a realizzare una S Pen più compatta che poteva essere integrata direttamente nel phablet.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE





Samsung mobile italy blog

admin Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *