Samsung congela gli stipendi in Corea, non succedeva dal 2009

Il momento non è dei più felici in Samsung, essere il primo produttore al mondo di smartphone porta con sé delle ovvie responsabilità e accende i riflettori su ogni piccolo scivolone. La casa sudcoreana ha vissuto una seconda parte del 2014 in affanno, la crescita attesa non è avvenuta come di consueto ed è addirittura arrivato il primo declino di profitti dal 2011, una testimonianza diretta sulla quale gongola la concorrenza.

La tensione in Corea deve essersi alzata dopo i deludenti risultati finanziari, il tutto a ridosso del lancio di una nuova generazione di top gamma. Per dare un segnale forte a tutti i diretti interessati, Samsung Electronics ha così deciso di congelare (temporaneamente) gli stipendi di tutti i suoi dipendenti coreani, decine di migliaia di persone alla quale si chiederanno sforzi extra. Un simile provvedimento non si vedeva dal 2009, in piena crisi economica mondiale, ma dal quartier generale non arrivano al momento notizie ufficiali sulle motivazioni.

Il segnale si vuol dare anche ai piani alti, a dimostrazione di ciò arriva infatti la conferma di Robert Yi, capo a Samsung delle relazioni con gli investitori, che nel 2015 verranno tagliati i dividendi del 40 percento circa. Insomma non c'è più solo da incassare, è tornata l'ora di rimboccarsi sul serio le maniche e rimettersi in pista.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Samsung mobile italy blog

admin Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *