Samsung al lavoro su un gamepad Bluetooth per il suo visore Gear VR

Samsung alla continua ricerca di nuovi investimenti per promuovere la realtà virtuale offerta dal visore Gear VR, rimasto un passo indietro rispetto ad altri visori concorrenti per quanto riguarda il settore dei videogiochi.

Secondo quanto svelato da un brevetto riconosciuto solo di recente, la società starebbe pensando ad un controller appositamente sviluppato per interagire con Gear VR. La domanda di brevetto è stata presentata nel febbraio del 2015, ma la registrazione è stata concessa da parte dell'autorità, soltanto all'inizio di questo mese.

Dalle immagini emerse, il controller appare molto simile al gamepad che Samsung lanciò insieme al Galaxy S4 circa due anni fa. A comporre le varie parti troviamo due D-Pad, un thumbstick, quattro pulsanti azione, due pulsanti laterali, un pulsante di accensione e una porta microUSB per la ricarica, il tutto racchiuso in un corpo estremamente sottile.


La produttività all’ennesima potenza? Samsung Galaxy Note 4, in offerta oggi da Amazon a 396 euro oppure da ePRICE a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Samsung mobile italy blog

Previous Samsung, nuovo firmware per Galaxy S6 edge porta il supporto al VoLTE e VoWiFi
Next Il Galaxy A7 di seconda generazione monterà una batteria da 3300 mah

You might also like

Samsung

Samsung Galaxy S6, la crittografia di sistema non inficia le prestazioni

La crittografia è stata uno degli argomenti caldi di fine 2014, che con l'avvento di Lollipop è stata resa obbligatoria (almeno, per un breve periodo). Abbiamo visto come il Nexus
Samsung

Samsung al lavoro su un device di fascia alta basato su Tizen OS

Secondo indiscrezioni riportate da un sito vietnamita, nel corso del 2016 Samsung potrebbe realizzare uno smartphone di fascia alta basato su piattaforma operativa Tizen OS. Samsung ha chiaramente l'intenzione di
Samsung

KingRoot si aggiorna alla versione 4.1: root facile ora anche per Galaxy S6 e molti altri dispositivi

KingRoot è un software cinese per il root in pochi click ed è disponibile per una moltitudine di dispositivi. Oggi ci riferiamo alla versione tradotta in inglese del software che

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply