Apple e Samsung valutano con gli operatori la e-SIM integrate sugli smartphone

Apple ha lanciato da poco la sua SIM anche in Italia, un servizio certamente utile per chi non ha limite di spesa, i costi del servizio sono infatti molto elevati. La casa di Cupertino vuole tuttavia continuare a credere in un sistema mobile differente, basato su e-SIM ('e' sta per Embedded) integrate negli smartphone e inaccessibili per gli utenti, liberi di avere accesso ai diversi network e scegliere i servizi voce o dati senza dover cambiare continuamente scheda.

Non è certo una novità, ma un nuovo report pubblicato dal Financial Times ha riaperto la questione, Apple starebbe infatti parlando con l'associazione degli operatori per valutarne la fattibilità, una discussione aperta alla quale starebbero partecipando anche altri big player come Samsung. L'idea è quindi quella di device (Android e iOS) con la e-SIM già all'interno, aperte al mondo dei servizi dei provider più svariati, ad eccezione di Apple che vorrebbe come sempre il controllo delle opzioni con accordi più specifici.

Sul tavolo delle discussioni ci sarebbero alcuni dei principali operatori al mondo, tra questi AT&T, T-Mobile, Deutsche Telekom, Vodafone, Orange, Etisalat, Hutchison Whampoa (Tre) e Telefónica. Non sono stati svelati particolari sulle funzionalità, ma si vocifera su un possibile debutto già a partire dal 2016, magari con la prossime generazioni di iPhone. Il Financial Times, tuttavia, ha detto che le nuove e-SIM non sostituiranno le Apple SIM, lavorerebbero piuttosto a sostegno, per il completamento del servizio.


Design e materiali al top anche per la fascia media? Samsung Galaxy A5 è in offerta oggi su a 281 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE


Samsung mobile italy blog

admin Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *